• Centro Storico

    Centro Storico

  • Ponte Buriano

    Ponte Buriano

  • Giostra del Saracino

    Giostra del Saracino

  • Logge Vasari

    Logge Vasari

  • Piero della Francesca

    Piero della Francesca

  • Chimera

    Chimera

  • Battaglia di Costantino

    Battaglia di Costantino

Tu sei qui:Home / Arezzo è / Città della musica

Città della musica

polifonico.jpeg

La musica in ogni sua variante è una delle protagoniste della vita culturale della città. Una fiorente scuola di canto era già presente in città nell'XI secolo, quando il benedettino Guido Monaco si trasferì ad Arezzo per insegnare in quella che era la cattedrale dell'epoca, attigua alla Schola del Pionta. A lui dobbiamo la codifica della moderna notazione musicale, che ha rivoluzionato il modo di insegnare, comporre e tramandare la musica.

Ogni anno si tiene ad Arezzo il Concorso polifonico internazionale Guido D'Arezzo, nato nel 1952 grazie alla iniziativa dell’Associazione Amici della Musica. Nel 1983 venne istituita la Fondazione Guido d’Arezzo nel cui seno, dal 2001, cominciò a operare il Centro Studi Guidoniani riconosciuto nel 2006 come istituzione culturale dal ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il Polifonico ospita ogni anno decine di cori provenienti da tutto il mondo che offrono un ampio panorama di generi e repertori. Ma l'articolo "il" che precede Polifonico, andrebbe declinato al plurale, visto che nei giorni in cui si tiene il concorso internazionale, si svolgono il Concorso Polifonico Nazionale (nel 2014 arrivato alla edizione numero XXXI), il Festival Corale Internazionale di Canto Popolare (nel 2014, edizione XXIX) e il Concorso Internazionale di Composizione (nel 2014, edizione XLI) oltre al Masterclass per Direttori di Coro che laurea ogni anno una decina di direttori. Tutta questa attività musicale è un modo per Arezzo di rinverdire una tradizione che l'ha vista ospitare alcuni dei più grandi maestri come Arturo Benedetti Michelangeli.

Un altro importante evento musicale cittadino, incentrato principalmente sulla musica rock, è Arezzo Wave. Nato nel 1987 come rampa di lancio per i giovani gruppi rock italiani, il festival è arrivato a durare fino a 6 giorni ed è stato per diversi anni interamente a ingresso gratuito. Tra i suoi protagonisti ricordiamo artisti del calibro di Moby, Nick Cave, Ben Harper, Guano Apes, Carmen Consoli, Jovanotti, Gianna Nannini, David Byrne, Youssou N'Dour, Manu Chao, Afterhours,Ivano Fossati, Negrita, Caparezza e molti altri ancora. Negli ultimi anni il festival ha moltiplicato il numero di palchi nella città e ospitato una serie sempre crescente di attività culturali extramusicali. Dal 2007 è diventato Italia Wave fino al 2011. Nel 2012 è tornato in città e ha ripreso il nome originario di Arezzo Wave.

MyGuide